Marino, il sindaco sotto assedio

Aveva iniziato in bicicletta, oggi il sindaco di Roma Ignazio Marino gira con una nutrita scorta. Assediato da partiti d’opposizione, parti del Pd e dai giornali, in particolare quelli di destra. Molti quotidiani hanno iniziato nei confronti dell’ex medico una campagna asfissiante, fatta di commenti quotidiani sulla sua incapacità e ironie volte a delegittimarlo. In questa campagna permanente si mischiano critiche sensate a non-notizie che servono solo a montare la rabbia nei suoi confronti. Specifico subito che non intendo prendere le difese di Marino, non esente da errori. Non intendo nemmeno entrare nel merito delle vicende di Roma, di cui so troppo poco. Mi soffermo solo sul modo che hanno molti giornali di trattare tutto ciò che riguarda il sindaco. Modo che ritengo lontano da una corretta critica e più vicino all’attacco personale.
Ma passiamo ai fatti. Ignazio Marino viene eletto sindaco di Roma il 12 giugno 2013, poco più di 2 anni fa. Ora, pensare che in così poco tempo un uomo possa risolvere i radicati problemi di una città come Roma (quanto radicati, ce lo dice l’inchiesta Mafia Capitale) è alquanto naif. Si può accettare che a invocare le dimissioni del sindaco come soluzione finale per i mali della città siano i partiti d’opposizione. Meno accettabile è che a fare lo stesso, in modo più o meno esplicito, siano i giornali, che dovrebbero fare informazione. Il quotidiano romano “Il Tempo”, di proprietà del palazzinaro Domenico Bonifaci, ha iniziato a marcarlo a uomo, regalandogli spesso la prima pagina. Il giornale è in crisi e cerca nuovi acquirenti, e forse per risollevare le proprie sorti tenta la via del sensazionalismo, della linea dura contro Marino e contro gli immigrati.
Inutile dire che una linea altrettanto dura (anche se più da lontano) la seguano “Libero”, “Il Giornale” e “Il Fatto Quotidiano”. Anche giornali dai toni più moderati non si fanno però mancare l’occasionale polemica. L’ultima è quella che coinvolge Papa Francesco, che sull’aereo di ritorno da Philadelphia ha dichiarato di non aver mai invitato il sindaco al Eight World Meeting of Families. Da questa dichiarazione sui giornali è nato un presunto attacco del Papa a Marino, che intanto prova a difendersi dicendo di non aver mai detto di essere stato invitato dal Pontefice. Vedremo se questo malinteso si risolverà, ma intanto per il traballante Marino passare come inviso all’uomo più popolare del mondo non è certo un toccasana. Del sindaco sono state poi criticate le vacanze estive, viste come una fuga dalla città a pezzi proprio nei giorni dello scandaloso funerale dei Casamonica.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Ripeto, per quanto in carica da poco, Marino non è esente da colpe. Come segnalato dal Fatto Quotidiano, per esempio, il sindaco non ha invertito la dannosa abitudine degli appalti concessi senza gara. Secondo il report dell’Autorità Nazionale Anticorruzione riferito al periodo 2011-2014, l’87% degli appalti (per un totale di 1 miliardo e 364 milioni di euro) della sotto la Giunta Marino è stata assegnata con “procedure negoziate”, ovvero senza gara. Con la giunta Alemanno erano il 36%, ma per un importo complessivo raddoppiato. Non bisogna poi dimenticare che pezzi della Giunta Marino sono coinvolti in Mafia Capitale. C’è però il sospetto che a pesare di più sulla reputazione del sindaco siano polemiche sterili come quella sulle vacanze estive.
Annunci

Autore: Luca Lottero

Laureato in Scienze Politiche all'Università di Genova, studio per diventare giornalista. Lettore accanito di libri e giornali di carta o digitali, seguo la politica senza farne questione di vita o di morte. Mi interesso anche di calcio e musica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...