L’ossessione dell’Unità per il Fatto Quotidiano

Il giornalista Fabrizio Rondolino è tornato a scrivere a l’Unità, dove tiene una rubrica chiamata “Il Fattone”. Argomento unico è il giornale Il Fatto Quotidiano. L’opinionista de l’Unità ogni giorno (ma proprio ogni giorno) legge il quotidiano diretto da Marco Travaglio, poi scrive una ventina di righe in cui spiega quanto Il Fatto sia un giornale scadente, complottista o intellettualmente disonesto.

Viene da chiedersi perché il quotidiano fondato da Gramsci spenda una delle sue firme più note in questa attività di cui, francamente, si farebbe volentieri a meno. Le battaglie tra giornali non sono una novità. Più o meno da quando esiste il giornalismo le grandi firme si sono scambiate colpi di fioretto o di cannone dalle pagine dei giornali. Dispute su grandi temi politici, etici o persino filosofici, ma anche allora spesso mosse dalle strategie dei giornali o dalle rivalità personali. Inutile negarlo.

Una rubrica quotidiana con un unico bersaglio è però un ulteriore passo avanti. O indietro. Un’ossessione, verrebbe da dire. Probabilmente una forma di polemica più al passo coi nostri tempi, in cui non è tanto importante cosa si scrive ma è importante scrivere qualcosa, in cui il dibattito sui contenuti è sostituito dagli attacchi personali. Una patologia diffusa, di cui la rubrica di Rondolino è esempio lampante.

Annunci

Autore: Luca Lottero

Laureato in Scienze Politiche all'Università di Genova, studio per diventare giornalista. Lettore accanito di libri e giornali di carta o digitali, seguo la politica senza farne questione di vita o di morte. Mi interesso anche di calcio e musica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...