Se gli scontrini pesano di più dell’incompetenza

Vogliamo gente onesta, basta politici corrotti! Basta spreco di denaro pubblico! Basta casta! Ridurre i costi della politica! Per anni è andato avanti questo tam tam, ancora lontano dal fermarsi. Il 2007 può considerarsi idealmente l’inizio di questo movimento dell’opinione pubblica. In quell’anno usciva infatti “La casta”, libro-inchiesta di Antonio Rizzo e Gian Antonio Stella sugli sprechi e i privilegi della classe politica italiana, che divenne un best-seller.
A distanza di 8 anni, l’onestà e la trasparenza sembrano diventati l’unico marchio di presentabilità politica. La competenza è diventata secondaria. Alle elezioni del 2013 il Movimento Cinque Stelle ha preso il 25% dei voti praticamente limitandosi a professare la propria onestà. Oggi un sondaggio dell’istituto Piepoli ci dice che secondo il 24% dei cittadini romani la principale colpa dell’ex sindaco Ignazio Marino sarebbero stati “pranzi e cene a spese del Comune”.
È stata l’opzione più scelta da chi ha risposto al sondaggio, più di “non aver saputo risolvere i problemi di Roma” (20%). Siamo arrivati a giustificare all’opinione pubblica un fatto grave come le dimissioni del sindaco della Capitale con una questione di scontrini. Siamo diventati attentissimi a sondare ogni uso illegittimo di denaro pubblico, ogni spesa, ogni privilegio della nostra classe politica. Possiamo dire di aver fatto dei passi avanti?
Annunci

Autore: Luca Lottero

Laureato in Scienze Politiche all'Università di Genova, studio per diventare giornalista. Lettore accanito di libri e giornali di carta o digitali, seguo la politica senza farne questione di vita o di morte. Mi interesso anche di calcio e musica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...