Referendum costituzionale, dove (e come) informarsi

In un momento in cui tutti, tutti, tutti dicono la propria sul referendum costituzionale di domenica prossima, ho pensato che il miglior servizio che potessi offrire ai lettori di questo blog non fosse tanto la mia opinione finale e definitiva (a saperla poi), quanto la condivisione degli strumenti che per me sono stati utili per orientarmi in questa materia così ostica.

La mia, per la verità, l’ho già detta qualche settimana fa, quando scrissi questo post più sulla bruttezza della campagna in sé che sul tanto citato merito della riforma. Anziché spiegarvi passo passo cosa mi convince e cosa no e cosa mi abbia spinto a scegliere cosa (che in fondo sticazzi, come dicono a Cambridge), mi limito a sintetizzare in un’immagine il metodo che ho metaforicamente scelto di seguire.

Questo:

The Simpsons bart simpson season 3 marge simpson episode 2

No, non è che non ho ascoltato nessuno. È che, dopo aver ascoltato, ho cercato di scegliere secondo parametri sensati. Di stare sul famoso merito, appunto, con la consapevolezza che, probabilmente, pochi possono dire con certezza di comprendere tutte le conseguenze che la riforma avrebbe sul nostro ordinamento, come ammesso da Francesco Costa in un’ interessante riflessione pubblicata sul suo blog.

Non mi metto nemmeno tra quelli che negano che questo referendum abbia un significato politico. La Costituzione, forse, è quanto di più politico ci sia, e non può essere ridotta a un insieme di tecnicismi. È giusto, come scrive anche Giovanni De Mauro, avere una propria opinione politica anche su questo referendum. Ma una conoscenza almeno decente dei fatti è il punto di partenza minimo per farsi un’opinione sensata. Prima viene quella, poi l’opinione. L’impressione è che avvenga spesso il contrario.

Dopo essermi tappato le orecchie, mi sono sforzato di leggere il più possibile. Metto di seguito 3 link a cose che mi hanno aiutato a schiarirmi le idee. Il primo è un ottimo dossier del blog Valigia Blu, a mio avviso il migliore degli “spiegoni” che ho trovato online. Segue un documento (che ho visto girare molto tra i miei contatti Facebook) in cui sono elencati gli articoli modificati dalla riforma affianco alla versione attuale, utile per un’analisi comparata. Infine, il testo del disegno di legge Chiti-Fornaro, su cui si potrebbe regolare l’elezione dei senatori nel caso passasse la riforma. Buon voto!

Riforma costituzionale: votare informati – Valigia Blu

Raffronto Proposta Costituzione.pdf – Google Drive

Il testo Chiti Fornaro sull’elezione del Senato dopo la riforma – stefanoceccanti.wordpress.com

Annunci

Autore: Luca Lottero

Laureato in Scienze Politiche all'Università di Genova, studio per diventare giornalista. Lettore accanito di libri e giornali di carta o digitali, seguo la politica senza farne questione di vita o di morte. Mi interesso anche di calcio e musica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...