In lode di Bello Figo

Bello Figo è un eroe.

Non l’ho realizzato subito.
Inizialmente era solo farsi un gran ridere.
Invece no.
In questi 15 minuti che hanno fatto la storia recente della trash Tv c’è qualcosa di più.

Pensateci.
Siete un ragazzo di poco più di 20 anni, e avete fatto successo grazie a canzoni demenziali pubblicate su Youtube. Provenite dal Ghana, e venite sbattuti in una trasmissione insieme ad Alessandra Mussolini.
La vostra ultima canzone si intitola non pago affitto e sembra fatta apposta per far sbroccare leghisti e affini.
Mandano il video.
Solo che, anziché invitare a farsi una risata, il contenuto delle vostre canzoni demenziali viene preso alla lettera.
Non pago affito. Non faccio opraio.
E sottopancia che già fanno da preludio a quello che succerà in studio.
“Il cantante profugo: dovete mantenerci”;
“Il profugo si vanta: non pago l’affitto”.
Mussolini comincia a sbraitarvi addosso.
Collegamenti con italici cittadini che vivono situazioni di disagio mentre il giovane immigrato osa evidentemente farsi beffe di loro.
Maurizio Belpietro che gira il coltello nella piaga:
“ma ti sembra bello dire queste cose?”.
E non sapremo mai quanta indignazione tra il pubblico a casa (un pubblico diverso da quello abituato a conoscerlo da Youtube, come spiega bene questo articolo).

Lui è lì, improvvisamente trasformato in uno dei mali del nostro Paese.
Quello che ci si aspetta è una sorta di spiegazione.
“Ma guardate che i miei testi sono ironici”;
“ma guardate che lo faccio solo per scherzare”.
E invece no.
Bello Figo non esce dal personaggio.
“I miei fratelli vogliono il wi-fi”;
“vogliamo uno stipendio per fare quello che ci pare”.
Le urla degli indignati aumentano di intensità.
Ma niente.
Lui è un punchball.
E non cede.
Mai.
Nemmeno per un secondo.
E 15 minuti di semplice trash televisivo diventano qualcosa di più.
Diventano leggenda.

Annunci

Autore: Luca Lottero

Laureato in Scienze Politiche all'Università di Genova, studio per diventare giornalista. Lettore accanito di libri e giornali di carta o digitali, seguo la politica senza farne questione di vita o di morte. Mi interesso anche di calcio e musica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...