Tullio e le abitudini

A scanso di equivoci: non sono un profondo conoscitore di Tullio De Mauro,
della sua vita e delle sue opere. E non fingerò di esserlo.

Sono però abbonato a Internazionale,
rivista che conosco e leggo da un po’.

Ogni settimana la rubrica del professore occupava poche righe,
tra le ultime pagine.
Non ci facevo nemmeno più caso, come non si fa caso
alle abitudini radicate,
che diventano un tutt’uno
con il proprio vivere
e (in questo caso)
il proprio leggere.

Però non l’ho mai saltata,
la rubrica di Tullio De Mauro, che si intitolava “Scuole”.
Perché ogni volta mi insegnava qualcosa
che prima di leggere non sapevo.
Che poi dovrebbe essere sempre così, quando si legge,
bisognerebbe sempre imparare qualcosa
che prima non si sapeva.
Sappiamo che non sempre succede.
Con lui, però, si.
Mancherà.

Annunci

Autore: Luca Lottero

Laureato in Scienze Politiche all'Università di Genova, studio per diventare giornalista. Lettore accanito di libri e giornali di carta o digitali, seguo la politica senza farne questione di vita o di morte. Mi interesso anche di calcio e musica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...