Due parole su questo blog

Parto un po’ da Adamo ed Eva, ma non la faccio troppo lunga, promesso.

Quando ero in prima elementare, un giorno le maestre fecero fare la visita oculistica a tutta la classe. A un certo punto venne il mio turno e, per quanto mi sforzassi, metà delle lettere su quello schermo proprio non riuscivo a leggerle.

Da quel momento un bel paio di occhiali (con lenti belle spesse per reggere i miei 3 gradi e mezzo di astigmatismo) sono diventati i più insostituibili dei compagni di vita. Sono loro a rendermi chiare lettere e parole, frasi, articoli e romanzi. Grazie a loro leggo, provo a capire e formo le mie idee e opinioni.

Da qui l’idea di chiamare così questo blog, uno strumento per il lettore per capire e formare idee e opinioni. Certo, proprio come un paio di occhiali, la gradazione è su misura del proprietario, il punto di vista è del tutto personale. Magari a qualcuno il mondo visto con i miei occhiali potrebbe apparire confuso e sfuocato, mentre ad altri le mie lenti potrebbero calzare a pennello.

Ma, in fondo, è proprio questo il bello, no?

Annunci